INTRART-12_1475076167077
cultureaetnae-10

facebook
youtube
instagram

Attesa alla fontana

1994

Carmen Crisafulli - Clara Salardi

clara salardi, carmen crisaflli, naif, attesa, fontana, donna alla fontana, paesaggio

È un murale “a 4 mani” quello realizzato da Carmen Crisafulli e Clara Salardi in questo magnifico angolo sulla facciata posteriore della Chiesa Annunziata. Due pittrici profondamente diverse hanno saputo creare uno scenario unitario che in parte fonde le loro personalità e in parte esalta le loro differenze. 
Nella parete di sinistra, la pittrice messinese ha riempito lo spazio pittorico in primo piano, dipingendo una giovane donna seduta su un muretto in pietra e sorretta nella sua postura dalla brocca su cui poggia il braccio. Questa figura femminile, dalla bellezza tipicamente mediterranea, ricorda molto quella che compariva nell’altra opera linguaglossese della Crisafulli “Riposi contadini” -oggi non più visibile- come se i due murales raccontassero scene diverse della vita di un medesimo personaggio. Uguali i lineamenti, i capelli, gli abiti, ed anche in questo caso, la ragazza sembra assorta nei suoi pensieri, in attesa di qualcosa o di qualcuno mentre il tempo passa e scivola via, come l’acqua della piccola cascata che compare sulla parete destra, opera della Salardi. Qui la pittrice ha ricreato quella natura fantastica che caratterizza le sue opere, con le infiorescenze sferiche rosa e viola che spuntano disordinate dai cespugli, i bambini che giocano tranquilli e le rondini che volano più in alto delle nuvole. 
Ma il vero protagonista di quest’opera è il paesaggio con i suoi contrasti che emergono da una lettura attenta: l’albero spoglio che mimetizza la grondaia, non trova altri riferimenti all’autunno o all’inverno se non nella neve  della montagna sullo sfondo; il ficodindia sembra essere l’unico esemplare di flora etnea in un paesaggio che ricorda più le colline lombarde  che la campagna siciliana; ed infine anche la grande vetta che domina il centro del murale suggerisce più l’idea di una generica montagna che dell’Etna. 
Assolutamente integrata nell’opera, risulta invece la fontana di pietra che con la sua centralità fa risaltare la simmetria delle due parti.  


Dello stesso artista- Clara Salardi : 

Il bastone di Sant'Egidio

Natura

Eruzione naif


Dello stesso artista- Carmen Crisafulli: 

Etna dispensatrice di vita

Femmina

Riposi contadini

Create a website