INTRART-12_1475076167077
culture-aetnae-10_1475076241444

Il Puparo

1992-2017

Salvatore Caramagno

caramagno, Puparo, contadino, legni &Pennelli, murales, linguaglossa
8_originale8_Nino.JPG
Il Museo a cielo aperto di Linguaglossa


Tra i temi cari al maestro Caramagno ci sono sicuramente i “pupi” e i loro “pupari”, figure che offrono uno spunto di riflessione tanto sull’identità siciliana che sulla condizione umana. Pupo e puparo non possono, infatti, non richiamare alla mente la grande tradizione marionettistica isolana- a cui si rifà la scena dell’Opera dei pupi riportata nel quadrato in alto a destra del murale- e allo stesso tempo l’idea pirandelliana dell’uomo come marionetta che interpreta un personaggio mosso da altri. 
Ecco perché, il vero protagonista dell’opera è il puparo che, con la sua imponente statura, occupa quasi tutto lo spazio pittorico. In particolare le mani risultano avere fattezze alterate e richiamano l’attenzione dell’osservatore per sottolineare che è da lì che nasceranno i movimenti del pupo e la magia dello spettacolo. Il puparo è il dio che imprimerà la vita alla marionetta e per questo la guarda con “l’egoismo innamorato che un burattinaio ha per i suoi burattini”.

Grazie al progetto IntrArt l’opera è stata restaurata. Il soggetto principale è rimasto quasi del tutto identico all’originale, come si vede nella galleria fotografica. Quello che è cambiato è lo sfondo che è divenuto più astratto con la scomparsa dell’Etna sullo sfondo e della scena dell’opera dei pupi nell’angolo in alto a destra. 



Among Caramagno’s favourite themes, there are “pupi” and their “pupari”, figures which represent both Sicilian identity and human condition. Indeed, “pupo” and “puparo” recall the great marionettes tradition of the Island to which refers the scene of the “Opera dei pupi” represented at the top right of the mural. At the same time, the picture refers to Pirandello’s conception of man as a marionette, which plays a role guided by others.  That is why the “puparo” is the main character in the artwork and its wide-body dominates the space of the painting. Especially, the hands proportions are exasperated to attract the visitor’s attention: they are both the origin of marionettes’ movements and of magic in the show. The figure of “puparo” represents God, who gives life to marionettes and looks at them with an egoistic but enamoured gaze.
The mural has been restored thanks to IntrArt project.  The main elements remained identical to the original, as we can see from the photo gallery. The background changed, becoming more abstract. 



Dello stesso artista: 

1861-2011, 150 anni Unità d’Italia
Vendemmia
Giornata di vendemmia
Paesaggio siciliano con pupi 
Il riposo del contadino 
Cavaliere nel giardino d’aranci 
Le bontà del pane
Panorama linguaglossese
Passeggiata nei boschi
Raccoglitore d'arance

Il raccolto  
L'alpino

Natura

Don Bosco e i giovani

L'incanto del colore

Mongolfiera

Create a website