INTRART-12_1475076167077
cultureaetnae-10

facebook
youtube
instagram

I tralci

1997

Saro Tricomi

saro tricomi, 1997, tralcini, cestino di vimini, panaro, natura morta, murale, linguaglossa

Nelle opere di Tricomi il disegno appare come il frammento di una realtà lontana che oggi sembra essersi trasformata in una favola o una leggenda. 
Di quest’aura di infinito è pervasa anche la natura morta composta in questo murale in cui la vite si intreccia in volute e spire come in un pergolato. La robustezza del tronco sulla destra contrasta con la leggerezza dei tralci che con foglie e grappoli incorniciano la finestra.

Ai suoi lati si dispongono due giare di terracotta ed un cestino di vimini, oggetti della memoria e dell’affettività domestica che l’artista accarezza con un gioco di luci e ombre lasciando emergere il legame profondo con la sua Sicilia.  




Create a website